-
Menu
Le nostre sinergie per i tuoi prodotti
facebook twitter google youtube instagram Linkedin Pinterest
Cerca facebook twitter google youtube instagram Linkedin Pinterest
RICHIEDI INFORMAZIONI
Professionisti e giovani. Ecco i nuovi requisiti per le gare di progettazione
Legale
03
Mar

Professionisti e giovani. Ecco i nuovi requisiti per le gare di progettazione

È entrato in vigore il 28 febbraio il DM 263/2016 attuativo del D.lgs 50/2016 emanato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che  stabilisce i requisiti di cui devono essere in possesso i professionisti per l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria.

Le novità interessano i professionisti e i giovani professionisti che con l’entrata in vigore del nuovo decreto possono comprendere anche tecnici e geometri che non posseggono il titolo di laurea.

Quali sono i titoli richiesti ai professionisti?

  • Laurea in architettura;
  • Laurea in Ingegneria;
  • Laurea in una disciplina tecnica attinente all'attività prevalente oggetto del bando di gara.

Se le procedure di affidamento di servizi non richiedono il possesso di laurea:

  • Diploma da geometra;
  • Diploma tecnico attinente alla tipologia dei servizi da prestare.

In ogni caso occorre essere abilitati alla professione e regolarmente iscritti all’albo professionale di riferimento previsto dai vigenti ordinamenti, secondo le norme dei paesi dell'Unione europea cui appartiene il soggetto.

In caso di Società di Professionisti

I professionisti appartenenti alle società sono tenuti a soddisfare tutti i requisiti indicati nel primo articolo del decreto: titolo di studio e abilitazione professionale con relativa iscrizione all’albo, e l’organigramma della società comprendente tutti i soggetti direttamente impiegati nello svolgimento di funzioni professionali e tecniche dovrà essere dichiarato.

Da chi è composto l’organigramma di una società di professionisti?

  • i soci;
  • gli amministratori;
  • i dipendenti;
  • i consulenti su base annua, muniti di partita I.V.A. che firmano i progetti, o i rapporti di verifica dei progetti, o fanno parte dell'ufficio di direzione lavori e che hanno fatturato nei confronti della societa' una quota superiore al cinquanta per cento  del proprio fatturato annuo risultante dall'ultima dichiarazione I.V.A.

Il direttore tecnico nelle società di Ingegneria

Per le società di Ingegneria è invece centrale la presenza di un direttore tecnico che ha il compito di definire la strategia, controllare le prestazioni dei progettisti e controfirmare i progetti.

Che requisiti deve avere un direttore tecnico?

  • Laurea in ingegneria o  architettura o in una disciplina tecnica attinente all’attività prevalente svolta dalla società;
  • Essere abilitato alla professione da almeno 10 anni.

Chi è il giovane professionista?

Per essere classificato come “giovane” il professionista deve essere laureato e abilitato da meno di cinque anni e per gli affidamenti che non richiedono la laurea deve aver conseguito il diploma di geometra, o un altro diploma tecnico attinente, ed essere abilitato da meno di cinque anni.

Il decreto specifica che i requisiti del giovane non concorrono alla formazione dei requisiti di partecipazione richiesti dai committenti. 

Per maggiori informazioni consultare il Decreto Ministeriale 02/12/2016 n.263 e il Decreto Legislativo 18/04/2016 n. 50

Se hai trovato interessante il contenuto di questo articolo Iscriviti alla nostra Newsletter >> Clicca qui 

Autore

Martina Autuori
 Martina Autuori

Tag

© 2017 TEKLA s.r.l. - PI: 03530070659 Credits.Kreisa