-
Menu
Le nostre sinergie per i tuoi prodotti
facebook twitter google youtube instagram Linkedin Pinterest
Cerca facebook twitter google youtube instagram Linkedin Pinterest
RICHIEDI INFORMAZIONI
Ondata caldo: Ecco 5 consigli per mantenere più fresca la casa
News
26
Jun

Ondata caldo: Ecco 5 consigli per mantenere più fresca la casa

In questi giorni gli esperti del ministero della salute hanno pubblicato bollettini e consigli utili sulle ondate di calore che stanno interessando il nostro paese.

In primo luogo sono state indicate le città e le zone interessate da livelli più altri di rischio per la salute, contrassegnate dal bollino rosso, e poi tutto a tutto il resto del paese è stata associata una fascia di livello di rischio, da zero a livello 3, con relativi consigli di gestione del caldo.

Per moltissimi italiani, soprattutto anziani e bambini, la casa è il luogo principale in cui trascorrere la maggior parte della giornata, ma spesso, soprattutto con il verificarsi di alcune condizioni, il rischio è che negli ambienti domestici ci siano temperature ancora più alte di quelle esterne, con effetti pericolosi per la salute di chi li abita.

Ecco alcuni consigli per migliorare la permanenza in casa durante le giornate più calde dell’estate, facendo attenzione ai principali elementi che ne regolano il microclima (temperatura, umidità e ventilazione):

  • Migliorare il microclima dell'ambiente domestico e di lavoro attraverso schermature e isolamento termico: schermare le finestre e le vetrate esposte a sud-ovest con tende, veneziane, vele ombreggianti interne ed esterne.
  • Chiudere le finestre nelle ore più calde per evitare di fare entrare il calore e aprirle nelle ore serali e nelle prime ore del mattino per consentire la ventilazione e il ricambio dell’aria
  • Evitare l’utilizzo di sistemi di illuminazione ed elettrodomestici (come forno, aspirapolvere, lavastoviglie) che creano un surriscaldamento dell’aria durante le ore più calde della giornata.
  • Fare attenzione ai ventilatori meccanici: lo spostamento di aria provocato dal movimento delle pale meccaniche fa diminuire la percezione del calore senza un reale abbassamento della temperatura ambientale, provocando un aumento della sudorazione e una maggiore disidratazione. L’uso dei ventilatori quando la temperatura supera i 32° è sconsigliato.
  • In caso di ambiente climatizzato è opportuno mantenere una temperatura interna non inferiore ai 25° ed evitare forti sbalzi termici tra l’interno e l’esterno e osservare alcune semplici Regole per il corretto uso degli impianti di aria condizionata.

>> Consulta i bollettini sulle ondate di calori pubblicati sul sito del Ministero della salute: clicca qui

Se hai trovato interessante il contenuto di questo articolo Iscriviti alla nostra Newsletter >> Clicca qui 

Autore

Martina Autuori
 Martina Autuori

Tag

© 2017 TEKLA s.r.l. - PI: 03530070659 Credits.Kreisa