-
Menu
Le nostre sinergie per i tuoi prodotti
facebook twitter google youtube instagram Linkedin Pinterest
Cerca facebook twitter google youtube instagram Linkedin Pinterest
RICHIEDI INFORMAZIONI
Il via alle agevolazioni per bonifica da amianto
Legale
03
Nov

Il via alle agevolazioni per bonifica da amianto

AGEVOLAZIONI – credito d’imposta per bonifiche da amianto effettuate nel 2016 – domande a partire dal prossimo 16 novembre

Nella Gazzetta Ufficiale n. 243 del 17 ottobre u.s. è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze del 15 giugno 2016, che definisce le disposizioni attuative per la richiesta del credito d’imposta, nella misura del 50% delle spese sostenute per interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive, effettuati nel 2016 (art. 56, comma 4, della Legge 28 dicembre 2015, n. 221).

Come presentare la domanda?

Le domande potranno essere presentate, a partire dal prossimo 16 novembre, dal titolare dell’impresa richiedente o dal legale rappresentante, esclusivamente tramite il portale www.minambienteamianto.ancitel.it, sul quale è possibile registrarsi a partire dal 27 ottobre, nonché consultare linee guida e FAQ.

gli effetti dell'amianto in Italia

Quali interventi rientrano nell'agevolazione?

L’agevolazione potrà essere richiesta per  interventi di rimozione e smaltimento, anche  previo trattamento in impianti autorizzati,  dell’amianto presente in coperture e manufatti di  beni e strutture produttive ubicati nel territorio  nazionale, effettuati nel rispetto della normativa  ambientale e di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ecco i requisiti per usufruire del 50%

  • interventi relativi a beni e strutture produttive ubicati nel territorio nazionale, realizzati nel rispetto della normativa ambientale e di sicurezza dei luoghi di lavoro;
  • interventi aventi come oggetto la rimozione e smaltimento di amianto e non l'incapsulamento o confinamento;
  • interventi di importo unitario minimo pari a 20mila euro per singola impresa unica;
  • interventi conclusi al momento della presentazione della domanda e per i quali siano state emesse le corrispondenti fatture, nel periodo compreso tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2016;
  • interventi inseriti in apposito Piano di Lavoro, redatto ai sensi dell'art. 256 del D. Lgs. 81/2008 e s. m. e i., relativo ad intervento di bonifica unitariamente considerato per l'unità produttiva di riferimento;
  • interventi per i quali sia stata effettuata comunicazione di avvenuta ultimazione dei lavori/attività di cui al Piano di Lavoro alla ASL competente e che questa li abbia approvati secondo le modalità previste.

Attenzione alla priorità cronologica

Le risorse stanziate ammontano a 17 milioni di euro

Il credito d'imposta verrà riconosciuto, previa verifica dell'ammissibilità dei requisiti a cura del Ministero dell'Ambiente, secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento dell'ammontare delle risorse disponibili.

La data ultima di scadenza per la presentazione delle istanze è il  31 marzo 2017.

>> Scarica la Guida all'accesso ai contributi

Photo credit:

© 2017 TEKLA s.r.l. - PI: 03530070659 Credits.Kreisa